Look at you

Look at you

Teche di vetro con fondo riflettente. La teca mostra un’argentatura che nasconde un monocromo. L’opera inganna la percezione del fruitore, che non capisce da dove proviene il colore. E’ un gioco di sdoppiamento delle immagini; dietro a questi elementi di disturbo, il fruitore smarrisce la definizione della propria (immagine) dietro lo specchio. All’atto di guardare si sostituisce la volontà di specchiarsi, interrotta continuamente dal riflettersi del colore. L’invito a guardarsi, che dà il titolo all’opera, diventa allora una sollecitazione a prendere coscienza dell’inevitabile incompletezza della visione.

Close
Search